I più letti

GI.MA. Oxy3

Un saturimetro a buon mercato e ben funzionante? Se non sapete di cosa stiamo parlando, continuate a leggere

Matteo Esposito

Recensione

Al giorno d’oggi grazie ai progressi fatti in ambito sanitario è possibile, insieme ad alcuni strumenti, tenere costantemente monitorata la situazione di alcuni valori fondamentali legati alla nostra salute che possiamo misurare in maniera autonoma.

In questa recensione parliamo del saturimetro OXY 3 marcato GI.MA, azienda di rilievo e molto attiva in questo nuovo mercato di prodotti legati al monitoraggio di parametri vitali, in grado di proporre articoli alla portata di tutti, semplici da utilizzare e con prestazioni adeguate.

Iniziamo subito a chiarire a cosa serve un saturimetro, si tratta di un dispositivo che serve a misurare l’ossigenazione nel sangue, in gergo indicato come “SpO2”, ed è spesso accoppiato ad un sensore per misurare il battito cardiaco.

saturimetro gima oxy3 confezione

Il saturimetro è di colore azzurro e bianco ed ha la classica forma a “molletta”. È costruito con materiali plastici resistenti, lo abbiamo provato e negli ultimi mesi senza incorrere in nessuna problematica.

La confezione di plastica resistente marcata GI.MA ha al suo interno il saturimetro, un cordino da legare al dispositivo ed anche due pile incluse per poterlo mettere subito in funzione, in caso servissero sono presenti le istruzioni multilingua.

Una nota fondamentale da sottolineare riguardo l’offerta da parte dell’azienda, è quella di offrire l’assicurazione gratuita per determinate prestazioni, sicuramente apprezzabile ed utile. Su ogni confezione del saturimetro (ed altri prodotti GI.MA) è infatti presente un adesivo con un codice grazie al quale è possibile registrarsi gratuitamente al servizio.

La garanzia è presente e standard come altri prodotti della medesima categoria.

saturimetro gima oxy3 contenuto della confezione

Caratteristiche e funzionalità

Andiamo a scoprire nello specifico cosa ha da offrire il saturimetro OXY 3 GI.MA.

Innanzitutto GI.MA dichiara un range di misura per il valore di SpO2 compreso tra il 70% ed il 100%, con una precisione di ± 2%, che non è elevatissima ma più che sufficiente per avere un’indicazione utile a valutare se occorre aumentare l’ossigenazione oppure se siamo all’interno della norma (95%-100% è il valore su cui ci si dovrebbe tipicamente trovare). Per quanto riguarda invece la misurazione del battito cardiaco, il range dichiarato è tra i 30 e i 250 BPM (adatto quindi anche ai neonati), con una precisione pari al 2% del fondoscala.

Il display è a due colori, un tocco di colore in più che non guasta mai anche se in articoli di questo tipo. Una volta inserito il dito viene mostrata l’onda sfigmica tramite diversi disegni al variare della pressione del pulsante sul fianco dello schermo, successivamente continuando a premere il display ruota in quattro direzioni, offrendo risultati grafici differenti ma letture sempre accurate.

saturimetro gima oxy3 frontale

Sullo schermo i dati vengono espressi tramite differenti modalità, in dettaglio display SpO2, forma d’onda SpO2, battito ed istogramma del battito, un pacchetto completo. La lettura dei risultati avviene in circa 10 secondi, indicati con la scritta LED di colore blu. Infine lo spegnimento avviene in automatico appena terminato l’utilizzo, quindi non dovremo preoccuparci di lasciarlo acceso in giro per la casa.

Utilizzo

Iniziare ad usare il saturimetro OXY 3 ed avere i primi risultati è molto semplice bastano veramente pochi secondi. Usarlo con i bambini dato che molti scrivono di avere alcuni problemi sotto questo aspetto, può essere risolto facendo attenzione ad inserire bene il dito nella fessura e per conferma di quanto espresso effettuare almeno 2-3 misurazioni.

Abbiamo provato con quattro persone differenti (tre adulti – un bambino) ed il risultato è stato preciso se non per una volta che non era appunto inserito correttamente il dito. Il display LED blu è chiaro nella lettura così come anche la grandezza dei caratteri, adeguata anche a chi non ha purtroppo ormai una vista da “falco”. La pinza non comprime e non è fastidiosa, l’interno è rivestito di materiale gommato, restituendo un certo confort durante l’uso.

saturimetro gima oxy3 pinza

Terminando i nostri commenti legati all’uso che speriamo vi siano stati utili, aggiungiamo solamente che il consumo della batteria è ridotto al minimo e le due pile fornite nella confezione vi garantiranno un discreto periodo di autonomia iniziale.

Verdetto

Il saturimetro OXY 3 di GI.MA si conferma essere semplice da usare, batteria stabile, luce LED ben visibile, così come anche i risultati dei test ottenuti , regolari nelle varie fasi di misurazione. A 22 euro è un accessorio che chiunque può permettersi.

PRO:

  • Prezzo competitivo
  • Assicurazione inclusa
  • Azienda leader nel settore

CONTRO:

  • Niente da segnalare

Alternative

Data l’essenzialità del prodotto recensito non abbiamo bisogno di segnalare alternative al riguardo. Citiamo però che esistono altri modelli della stessa serie targata GIMA (OXY 4- OXY 5- OXY 6) che implementano alcune funzioni aggiuntive. Nonostante questo se state cercando un prodotto ad uso casalingo e familiare confermiamo che l’OXY 3 si presta bene a questo scopo.

Specifiche

Per una breve spiegazione del saturimetro OXY 3 potete trovare alcuni dettagli sul sito del produttore, incluse anche informazioni riguardanti i prodotti di fascia superiore citati prima OXY 5 ed OXY 6.

  • SpO2: intervallo di misurazione 70% -100% Precisione ± 2%;
  • Frequenza cardiaca: intervallo di misurazione 30 – 250BPM. Precisione, ± 2% bpm
  • Intensità di impulso: indicatore grafico a barre
  • Tipo di schermo: OLED
  • Porti due batterie: AAA

 

I tag più seguiti