I più letti

Odoyo Purdio Opal EX60

Un ottimo auricolare bello da vedere e resistente alle intemperie

Matteo Esposito

Recensione

Odoyo è un brand americano, nato nel 2003 a Los Angeles ma legato all’Africa, quella della natura selvaggia e degli indomiti guerrieri Masai e maestosi animali. Prende il suo nome dall’atleta keniota Thomas Odoyo, che come molti altri connazionali ha conquistato le sue medaglie sul campo, l’ultima delle quali nel 2006 nel campionato mondiale di cricket.

I primi prodotti commercializzati dal brand sono stati da sempre collegati all’high tech, a seguire sono sorti i prodotti audio multimediali e successivamente il catalogo si è ampliato ulteriormente comprendendo accessori per i prodotti marcati Apple, cover e molto altro.

Il prodotto che abbiamo avuto il piacere di recensire è il nuovo auricolare in-ear Bluetooth Purdio Opal EX60, Purdio (a significare Pure Audio) è il cobranding di Odoyo per quanto riguarda i prodotti audio. Gli auricolari sono fabbricati in Cina e sono disponibili in tre varianti colore, ovvero blu, nera e rossa, realizzate con finiture metalliche e dal peso di soli 15,5 g e fanno parte di quella fascia di prezzo intermedia a cui si rivolge chi cerca qualcosa di più di un prodotto entry-level ma ha comunque maggiori aspettative da un paio di auricolari. Abbiamo ricevuto in prova la versione rossa ed appena arrivato, ci siamo trovati di fronte a uno di quegli articoli che già dalla confezione alzano nettamente le aspettative. Realizzata in cartone rigido ha una particolare apertura a libro con due magneti: bella e pratica. Aprendo la “copertina” in colore nero opaco con in rilievo lucido alcune immagini del prodotto vediamo in trasparenza gli auricolari con la velina di protezione ed i loro accessori ben disposti nel box.

odoyo purdio opal ex60

All’interno della confezione troviamo: l’auricolare Purdio Opal EX 60, la clip rimuovibile fissare comodamente il cavo dell’auricolare ad un indumento, quattro ricambi di gommini di silicone dalla misura XS alla L oltre quelli standard ed infine, un piccolo opuscolo con le caratteristiche di base e l’immancabile cavo USB per la ricarica. Il cavo ed i gommini di riserva così come gli auricolari sono facilmente trasportabili con la pochette di velluto nera fornita nel bundle.

La fattura e la qualità del prodotto è palpabile dal primo momento che lo si afferra tra le mani, il design degli auricolari è molto bello con una forma stondata ma non scontata, dai tagli quasi da carrozzeria automobilistica ed il colore acceso della variante rossa (e ci aspettiamo lo sia altrettanto anche per quella blu). Il colore è ripreso anche dal cavo di collegamento tra gli auricolari, resistente e bello da vedere, due delle caratteristiche che prediligiamo in questi prodotti.

Lungo il cavo di collegamento tra i due auricolari è posto anche il controller con i tasti per la regolazione del volume, avvio e arresto riproduzione nonché l’ingresso per il cavo USB di ricarica.

odoyo purdio opal ex60 set

Caratteristiche e funzionalità

Oltre al lato puramente estetico per il quale a nostro giudizio i Purdio EX60 escono come vincitori, andiamo a vedere di seguito le caratteristiche tecniche di questo paio di auricolari.

Sono auricolari Bluetooth, nello specifico nella versione 4.1, questa versione altro non è che un aggiornamento della versione più comune 4.0. La versione 4.1 ha introdotto dei miglioramenti che riducono le interferenze tra Bluetooth e la linea LTE (4G), che con l’avvento dei nuovi smartphone dotati di connessione LTE creavano dei problemi di coesistenza fra la navigazione e la riproduzione.

Gli Opal EX60 oltre ad usare degli ottimi materiali ed un accoppiamento impeccabile, tanto che sembrano fusi in un unico pezzo, è stato studiato per l’uso durante l’attività fisica. In questa direzione vanno sia il cavo di collegamento, piatto e resistente ed di impaccio quasi inesistente ed il certificato IPX4 che testimonia la resistenza del prodotto dalle piccole intemperie, come una leggera pioggia, e da un’abbondante sudorazione.

Il disegno degli auricolari è ergonomico, una volta inserito quasi non vi accorgerete di averle indossate, questo grazie alle sporgenze nei punti giusti che garantiscono una ottima presa sia in condizioni di allenamento che anche nella nostra routine quotidiana (state sicuri che attirerete qualche attenzione con questo modello rosso scintillante!). Molto importante cercare la taglia dei tappi con cui si ha la migliore comodità d’uso e resa audio, se si sbaglia è difficile godersi a pieno quello che hanno da offrire acusticamente parlando.

odoyo purdio opal ex60 controller

A livello tecnico le specifiche sono buone ed allineate con prodotti della stessa fascia di prezzo: impedenza di 16 Ohm, valore ideale per essere accoppiate a piccoli lettori musicali o smartphone, range di frequenze riproducibili tra 20 Hz – 20 kHz che coprono l’intero campo udibile mentre i driver da 8 mm offrono un audio dinamico bilanciato

Utilizzo

Collegare questi auricolari al nostro dispositivo è veramente facile, basta azionare il pulsante presente sul controller sino a che i LED di notifica si illuminano di colore intermittente, a questo punto è sufficiente accoppiarlo con il dispositivo desiderato. Abbiamo provato questo prodotto con uno smartphone Samsung S6, un Samsung S7 Edge ed un iPad Mini 4 senza avere alcun problema. Per quanto riguarda la carica: una ricarica completa delle batterie si effettua in circa due ore e la loro autonomia è di circa cinque ore variabile in base all’utilizzo che se ne fa. Non sono moltissime ma sufficienti per l’uso medio quotidiano. La pochette fornita nella confezione è molto utile per inserire il set di auricolari e portarlo facilmente con noi.  

I comandi del controller sono chiari e si impartiscono in modo intuitivo e non sono dissimili da quanto proposto da quasi tutti i produttori. Come accennato inoltre durante l’uso sono piuttosto comodi e pratici, anche facendo un po’ di attività fisica.

Passando alla prova di ascolto: durante l’esecuzione di file compressi come i classici mp3 si comportano discretamente, sono contraddistinti da un suono pulito soprattutto nelle tonalità medie ed alte, mentre i bassi risultano poco incisivi e bisogna lavorare un po’ di equalizzatore per dargli la carica necessaria. Passando a file ad alta qualità il confronto con altri prodotti, dedicati anche agli audiofili si inizia a sentire e con le Purdio si perde qualche dettaglio. Pur non regalando un suono spazioso comunque non danno quella sensazione di rimbombo di altri auricolari in-ear, probabilmente anche grazie ai bassi meno persistenti rispetto ad altri modelli. Detto questo, il suono è piacevole e più che sufficiente se non si desidera avere un’esperienza Hi-Fi ad alta definizione e soprattutto se non si è particolarmente amanti di generi in cui i bassi sono preponderanti.

Molto buono l’audio durante le telefonate, la voce è ben definita e anche il volume è impeccabile.

odoyo purdio opal ex60

Verdetto

Gli auricolari Purdio Opal EX60 sono una bella scoperta, a livello di presentazione e costruttivo sono encomiabili, grandissima la cura per i dettagli, a partire dalla confezione sino al design e l’assemblaggio del prodotto stesso. Molto buona l’ergonomia, soprattutto se si sceglie con attenzione la taglia della coppia di tappi da utilizzare. Le Odoyo Purdio Opal EX60 sono commercializzate ad un prezzo di 69 euro sul sito ufficiale del produttore.

PRO:

  • Confezione e dettagli
  • Design della cuffia
  • Tecnicamente interessante

CONTRO:

  • Bassi non particolarmente decisi o profondi
  • Con i file ad alta definizione mostrano i loro limiti

Alternative

Decidiamo oggi di dividere la scelta delle alternative tra un prodotto della linea Purdio ovvero l’AirOn TX 33 ed uno di un altro brand, ovvero Savfy, in particolare con il modello BTD0163GY. Entrambi sono differenti dagli auricolari di Purdio recensiti pur sfruttando la tecnologia Bluetooth, i due auricolari infatti non sono collegati da fili ossia sono degli earbuds.

Partiamo dal prodotto di casa Odoyo, l’AirOn, monocolore nero dotato di Bluetooth versione 4.1. Molto bello da vedere, ognuno degli auricolari assomiglia ad un piccolo sasso levigato nelle forme con una parte opaca ed una lucida. La confezione si distingue molto bene da quelle di altri produttori, come per il modello Opal EX60, all’interno troviamo lo stesso schema visto in precedenza, con l’aggiunta della scatolina apposita dove riporre i due auricolari e ricaricarli tramite il pratico cavo micro USB.

Gli auricolari sono comodi, leggerissimi con 5 g per singola unità. I pulsanti di controllo sono disposti lateralmente, sulla parte dell’auricolare rivolta verso l’esterno dell’orecchio. Tramite i singoli comandi è possibile controllare gli auricolari, il loro accoppiamento e l’avvio o interruzione di file musicali o chiamate tramite differenti numeri di click tenendoli premuti per più o meno secondi.

Le caratteristiche tecniche di questo prodotto sono, driver da 8 mm, range di frequenze 20 Hz – 20 kHz, sensibilità 105 +- 3 db, dieci metri di raggio di azione, batteria da 45 mAh per singola unità e da 220 mAh per il caricatore. La ricarica si effettua in poco più di un’ora di tempo e l’autonomia del prodotto è di circa 3 ore, nello specifico la base si ricarica in un’ora e mezzo mentre gli auricolari in circa un’ora, li trovate ad un prezzo di circa 100 euro sul sito Odoyo – Purdio. A livello di ascolto danno il meglio di sé con i toni medi ed alti, come per le Opal, in questo caso però i bassi, pur essendo presenti risultano sempre eccessivamente ruvidi e se si esagera con il volume si sente che perdono di pulizia.

Le Savfy hanno un design differente, sempre nella versione Bluetooth 4.1, è più compatto e slim rispetto alla Purdio AirOn. La base centrale di ricarica è un cilindro dalla base leggermente ovale, i due auricolari vanno collegati ad una delle estremità e si ricaricano in poco più di un’ora, la loro autonomia è nella media di circa 2-3 ore.

L’alimentatore ha una batteria notevole per essere dedicata agli earbuds, ben 2100 mAh, tant’è che è possibile anche collegarla allo smartphone per ricaricarlo almeno in parte. Gli auricolari invece hanno una batteria da 55 mAh. Il costruttore dichiara una distanza massima di buon funzionamento di circa 7 metri e i due auricolari devono rimanere ad una distanza massima di circa 50 cm per poter comunicare tra loro, sono disponibili in due colori, verde acqua e nera. Alcuni utenti hanno segnalato che il segnale Bluetooth tende a saltellare in modo eccessivo, causando interruzioni. Considerando che è un difetto facile da rilevare, si può tranquillamente sfruttare il reso gratuito per malfunzionamento nel caso in cui si verificasse.

Questi auricolari hanno il comando integrato per interfacciarsi con Siri (assistente vocale di casa Apple), microfono integrato, riduzione dei rumori e certificato di resistenza IPX5, ed è possibile acquistarli al momento ad un prezzo di circa 72 euro, attualmente a sconto su Amazon.

Tirando le somme, se siete alla ricerca di un prodotto che vi dia un qualcosa in più in termini di ascolto e qualità raccomandiamo le Purdio Opal EX 60 che anche se rimangono a volte un po’ sottotono con i bassi hanno una migliore resa rispetto alle altre due, le Savfy sono ideali per chi pensa di non aver modo di ricaricarli spesso e quindi di avvantaggiarsi della grande carica disponibile tramite il loro caricatore oppure cerca un grado di protezione superiore all’acqua mentre le AirOn TX33 si prestano particolarmente bene a chi è molto attento al look e cerca un sound discreto.

Specifiche

Riportiamo qui di seguito una rapida lista delle principali specifiche delle Opal EX60 per un elenco più completo e maggiori informazioni potete consultare il sito del produttore in lingua inglese:

  • Versione Bluetooth: 4.1
  • Impedenza: 16 Ohm
  • Driver dinamico: 8 mm
  • Tempo di ricarica: 1,5 h – 2 h
  • Durata batteria in riproduzione: 5 h
  • Frequenza: 20 Hz - 20 kHz
  • Resistenza all’acqua: IPX4 (pioggia e schizzi)
  • Peso: 15,5 g

 

 

I tag più seguiti