I più letti

Nikon D5600

Un piccolo ed utile aggiornamento della D5500

Fabio Esposito

Nikon ha presentato la nuova fotocamera della serie D5000, ovvero la D5600 che va a sostituirsi all’ancora giovane D5500, uscita circa un anno e mezzo fa. Come le altre fotocamere della stessa serie è un oggetto pensato per chi si avvicina per la prima volta alla fotografia e desidera un prodotto con cui possa già togliersi qualche soddisfazione.

nikon d5600 vista dall'alto e comandi

Della precedente versione eredita buona parte dell’hardware, incluso il processore d’immagine EXPEED 4 e il sensore CMOS APS-C in formato ridotto, 23,5 x 15,6 mm (DX) come per tutte le fotocamere Nikon denominate con quattro cifre, il quale ha una risoluzione di 24,78 megapixel (24,2 effettivi). Non vi sono quindi particolari differenze a livello di prestazioni ed anche le dimensioni ed i comandi principali restano sostanzialmente gli stessi. Quello che cambia invece è la connettività della fotocamera che adesso può interfacciarsi con molti altri dispositivi non solo in Wi-Fi ma anche in Bluetooth (4.1) o NFC.

In particolare, tramite Bluetooth è possibile condividere rapidamente gli scatti sul proprio smartphone grazie al supporto dell’app SnapBridge, disponibile sia su App Store® che Google Play. Grazie a quest’ultima, una volta connessi tra loro smartphone e fotocamera ogni scatto effettuato sarà immediatamente salvato anche sullo smartphone in formato ridotto in modo da adattarsi alla visione da telefono. Non vengono trasferiti né i formati RAW o TIFF, in quanto sarebbero fondamentalmente inutili su telefono mentre invece possono essere trasferiti i video realizzati con la Nikon, ma solo in Wi-Fi, non in Bluetooth. Poter importare direttamente dalla propria fotocamera i video, montarli mentre si è in viaggio e condividerli con i propri amici diventa così molto più semplice e rapido. Sempre attraverso lo smartphone è anche possibile scattare a distanza, un po’ come un telecomando, da cui però potete continuare a vedere esattamente ciò che inquadra la fotocamera, cosa non da poco.

nikon d5600 vista posteriore

Altri piccoli accorgimenti che migliorano leggermente l’utilizzo della fotocamera sono ad esempio le funzioni avanzate di visualizzazione degli scatti sul Display LCD, che eredita la fuzioneframe advance bar” direttamente dalla D5, il modello di punta tra le reflex Nikon. Grazie a questa funzione durante il playback degli scatti è possibile avere un controllo più rapido ed intuitivo della visualizzazione, basta toccare lo schermo LCD con le dita ed è possibile scorrere le diverse immagini o effettuare lo zoom su un dettaglio in particolare. Un po’ come siamo ormai abituati a fare su smartphone e tablet.

Un’altra novità è la possibilità di assegnare al comodo tastoFn” la funzione di attivazione e disattivazione dell’auto-ISO.

nikon d5600 flipped touch screen

Ultima novità molto interessante è quella del sistema di autoregolazione dell’esposizione durante i time-lapse. Grazie a questa nuova funzione la fotocamera è in grado di rispondere in modo automatico ai cambiamenti di luminosità che possono esserci durante le riprese in time-lapse ed adattarsi di conseguenza. Anche questa funzione è ereditata dagli ultimi modelli di reflex presentati da Nikon ovvero la D500 e la D5.

Non è ancora stata confermata una data di uscita né un prezzo di lancio ma è facile presumere che la vedremo sul mercato prima di Natale e con un prezzo probabilmente simile a quello di lancio della D5500, intorno agli 800 €.

 

 

I tag più seguiti