I più letti

Philips BDM4037UW

Un vero gigante

Fabio Esposito

Se negli ultimi tempi avete cercato dei monitor per PC avrete sicuramente notato la grande varietà di prodotti che è possibile trovare nei diversi negozi (fisici o online). Non stiamo parlando solo di brand e modelli ma proprio di concetti diversi di display, pensati per acquirenti con esigenze a volte molto diverse.

Philips ha recentemente presentato, ed è attualmente in vendita, un nuovo modello della serie di display LCD di grandi dimensioni che sembra essere un prodotto che grazie alle proprie caratteristiche si presta bene a molteplici utilizzi.

Il monitor in questione porta la sigla BDM4037UW, è imponente, con i suoi 40” di diagonale (circa 101 cm) ed ha una risoluzione di 4K (3840 x 2160 px), chiamata da Philips “UltraClear 4K UHD”. Per via delle sue grandi dimensioni, il numero di pixel per pollice è buono ma non elevatissimo, 110, d’altronde nessuno utilizzerà mai questo display alla stessa distanza con cui usa uno smartphone... Grazie all’elevata risoluzione e le dimensioni ragguardevoli ci permette di avere una grandissima area di lavoro senza incorrere in difficoltà di lettura. A migliorare ulteriormente il comfort di utilizzo concorre anche la leggera curvatura del monitor. A differenza che nei TV dove effettivamente è più una moda che qualcosa di realmente utile, per i monitor, soprattutto quelli di grandi dimensioni come questo, la curvatura torna molto comoda. Questi infatti vengono tipicamente utilizzati a distanza ridotta rispetto ad un TV e la curvatura aiuta a mantenere più facilmente tutto il display nell’angolo di visuale corretto.

Il pannello utilizzato è un LED VA (Vertical Alignment) i cui vantaggi principali sono nella buona resa dei colori a tutti gli angoli di visuale, quindi perfetto per un monitor di grandi dimensioni. Per contro tendono ad essere dei display un po’ più lenti nei tempi di risposta, con qualche possibilità di creare effetti “ghost” soprattutto nelle scene ad altissimo contrasto. Gioco finito quindi per i videogiocatori? Philips in realtà dichiara un tempo di risposta di 4ms, che pur non essendo a livello di monitor dedicati al gaming è comunque un valore più che dignitoso. Ed è uno dei motivi che rende il Philips un ottimo compromesso per moltissime esigenze. Il contrasto (non dinamico) offerto dal pannello è 4000:1, valore di tutto rispetto, come anche la luminosità di 300 cd/m2.

Altra caratteristica tecnica molto apprezzabile è la gamma cromatica, che è pari all’85% NTSC (pari al 123% della gamma sRGB), grazie alla risoluzione dei colori in 10 bit che porta le tonalità rappresentabili a schermo dai “miseri” 16,8 milioni di colori di un display classico, ad oltre un miliardo. Una così ampia gamma di colori è sicuramente un parametro importante per chi utilizza il PC, e quindi il monitor, per editing foto e video. Philips chiama questa caratteristica “Ultra Wide-Color”.

philips bdm4037uw vista posteriore con ingressi video e USB

Date le grandi dimensioni, questo monitor offre anche la possibilità di sfruttare dei veri e propri picture-in-picture, in pratica collegando differenti sorgenti (fino a 4) al monitor e lasciando ad ognuno di questi l’equivalente spazio di un monitor da 20” in Full HD. Non sono moltissime le situazioni in cui ha senso condividere un monitor ma ben venga questa possibilità.

Anche a livello di ingressi ed uscite il Philips BDM4037UW ha moltissimo da offrire, gli ingressi video sono: 1 x VGA, 2 x DisplayPort (fino a 60 Hz), 1 x HDMI (1.4 compatibile Mobile High Definition “MHL”), 1 x HDMI (2.0 anch’essa MHL). Inoltre può funzionare anche da USB HUB con ben 4 porte USB 3.0, di cui una in grado di effettuare una ricarica rapida.

Per quanto riguarda l’audio è dotato di due altoparlanti da 5 W, utili nel caso non si disponga di una sistema audio dedicato.

Infine il prezzo. Valutando le caratteristiche tecniche che offre e le enormi dimensioni verrebbe da pensare ad una cifra fuori dalla portata dei comuni mortali, invece è possibile trovarlo a “soli” 650 euro. Per un monitor sono sicuramente una cifra importante, ma esistono televisori 4K di dimensioni analoghe che offrono molto meno a prezzi simili o superiori. Sicuramente tra i display non specialistici, cioè quelli dedicati specificatamente a chi fa editing oppure a chi gioca al PC, è uno dei più interessanti attualmente in commercio, soprattutto tra i monitor “giganti” e per la sua fascia di prezzo.

 

 

I tag più seguiti