I più letti

Sony Bravia A1E

Sony entra nel mondo OLED con un TV unico nel suo genere

Fabio Esposito

Al CES 2017 di Las Vegas Sony ha presentato il suo ultimo TV, l’XBR-A1E, con il quale nel ristrettissimo circolo di produttori che propongono un TV OLED. Il pannello del TV in realtà è prodotto da LG la cui esperienza in campo OLED è attualmente inarrivabile per gli altri produttori. Ricordiamo che la differenza principale tra un pannello OLED e pannelli di altra tipologia è la modalità con cui si illuminano i pixel, in questo caso singolarmente. Poter accendere un solo pixel alla volta non solo apre la porta a performance elevatissime in termini di contrasto e resa dei colori ma permette anche di ridurre il consumo di energia. Il maggiore difetto, che finora ha trattenuto i produttori di TV e monitor dall’utilizzo di questa tecnologia è il rischio di “burn in” dei pixel: se durante l’uso alcune immagini rimangono statiche troppo a lungo i pixel potrebbero mantenerle per un tempo prolungato, creando un fastidioso effetto di immagine fantasma.

Evidentemente LG è abbastanza sicura di riuscire a limitare questo effetto al punto che Sony ha deciso di utilizzare il loro pannello per il proprio TV di punta. L’XBR-A1E è un TV 4K Ultra HD HDR e supporta Dolby Vision. Dove però Sony ha messo il proprio know-how, ottenendo da un pannello LG prestazioni differenti, è sul fronte del processing dell’immagine, in cui Sony è maestra. L’elemento chiave è il processore 4K HDR X1 Extreme, presente anche in altri TV Sony. Questo lavora su ogni singolo pixel dell’immagine cercando di ottimizzarne la resa sia in base ai pixel vicini sia al contesto http://www.sony.com/electronics/4k-resolution-4k-upscaling-tvs.   

sony bravia a1e vista posteriore con supporto

Un elemento di assoluta novità per l’XBR-A1E è invece nascosto all’interno del suo design. Sony si è concentrata sull’immagine e le ha dato enorme spazio in questo TV, riducendo molto il bordo e nascondendo alla vista anche il supporto presente sulla parte posteriore. Il TV pare quindi “fluttuare” come dichiara Sony, lasciando che l’osservatore si concentri esclusivamente sull’immagine. Il particolare design nasconde inoltre una novità soprattutto a livello audio: il suono viene riprodotto infatti utilizzando il pannello stesso del display, facendolo vibrare e quattro piccoli “subwoofer” da 4 pollici posti all’interno del supporto stesso.

sony bravia a1e vista tre quarti, spento

A livello di interfaccia utilizza il collaudato sistema operativo di GoogleAndroid TV” il quale garantisce l’accesso ad un elevato numero di app.

Il nuovo TV Sony XBR-A1E sarà disponibile in 3 misure differenti: 77”, 65”, 55”. Non è stata però ancora precisata né una data di uscita né il prezzo da pagare per portarselo a casa.

Restate con noi su HelpForShopping per altri aggiornamenti sui prodotti più interessanti presentati in occasione del CES 2017 di Las Vegas e nuove recensioni.

I tag più seguiti