I più letti

Sony WH-1000XM3

Ancora uno step avanti da parte di Sony per il suo comparto audio

Matteo Esposito

Recensione

La cuffia Sony che recensiamo oggi è la WH-1000XM3, l’evoluzione di quella recensita un po’ di tempo fa sul nostro blog, nello specifico il modello WH-H900N.

Cosa cambia oltre ai ritocchi di design? Abbiamo molto da raccontarvi.

Questo modello di cuffie sono un prodotto di livello medio alto, quindi nel caso in cui siate alla ricerca di una cuffia di buon livello siete nel posto giusto. Sono infatti molte le novità introdotte in questo modello rispetto al passato che vanno a migliorare un prodotto che già a suo tempo aveva colpito la nostra attenzione.

Sono disponibili in due colorazioni, una variante chiara simil panna e dettagli colore bronzo, mentre la seconda è di colore nero con dettagli di colore arancione, entrambe dall’effetto opaco. Nelle foto potete vedere la variante a nostra disposizione per questa recensione, quella chiara.

La confezione è una scatola di cartone massiccia, al cui interno troviamo una gamma di accessori completa ma non eccezionale da questo punto di vista si poteva fare meglio. Nello specifico troviamo le cuffie, una custodia da trasporto, un adattatore jack per l’uso in volo, il cavo delle cuffie (lungo circa 1,2 m) ed infine il cavo USB di tipo C (20 cm di lunghezza).

La struttura girevole e pieghevole dei padiglioni è comoda soprattutto quando dobbiamo riporre le cuffie dentro la custodia e portarle con noi, limitando l’ingombro. Il peso è di circa 254 g, quasi impercettibili una volta indossata grazie all’ergonomia della stessa.

La garanzia sul prodotto è di 2 anni come di consueto per i prodotti di questa tipologia.

sony wh 1000 xm3 set

Caratteristiche e funzionalità

Le Sony WH-1000XM3 sono cuffie “intelligenti”, ma cosa vuol dire? Un primo esempio è la capacità di adattarsi automaticamente all’ambiente circostante, isolandoci maggiormente o permettendoci di sentire qualcosa di importante (tipo un annuncio audio) a seconda della situazione. Questi parametri di attenuazione sono comunque configurabili anche tramite l’app dedicata.

Proprio in tema di insonorizzazione è importante sottolineare che le cuffie hanno una capacità di riduzione del rumore circostante ottima, persino migliore rispetto al modello precedente, ed a tal proposito gli è stato riconosciuto il premio della critica (EISA Award).

Le cuffie implementano altre novità in campo di intelligenza artificiale, come ad esempio la possibilità di interfacciarsi con i dispositivi quali Alexa e simili, quindi assistenza vocale, rapida attivazione e comandi touch per le varie funzioni, dal cambio di traccia alla regolazione del volume.

Segnaliamo inoltre un miglioramento della batteria, con una durata complessiva di 30 ore, per delle cuffie wireless non possiamo chiedere di meglio. Se questo non bastasse, è presente una ricarica veloce che nell’arco di soli dieci minuti che garantisce una autonomia di circa 5 ore (previo adattatore di ricarica da 1,5 A o superiore).

A livello audio le cuffie hanno delle specifiche tecniche di tutto rispetto, parliamo infatti di driver da 40mm e una risposta in frequenza nativa di 4 Hz - 40.000 Hz che in caso di comunicazione via Bluetooth può variare tra i 20 Hz – 20 kHz o i 20 Hz – 40 kHz a seconda del campionamento (standard o LDAC).

Proprio grazie alla compatibilità e l’utilizzo dei codec LDAC permette di avere un’ottima qualità audio anche quando viene utilizzata in modalità wireless.

Un altro fattore importante legato alla qualità audio riguarda la tecnologia audio DSEE HX che tradotto in maniera semplice permette grazie al software Sony di ottimizzare i file audio denominati lossy (MP3 – AAC). Questo processo avviene con l’upscaling di file compressi che per loro natura, in termini di dimensioni perdono di qualità, ma in questo caso grazie a questo sistema vengono notevolmente ottimizzati.

Possiamo quindi definire questo compromesso un risultato audio che si pone nel mezzo tra la qualità di un file MP3 (bassa risoluzione) ad uno di alta risoluzione (FLAC e WAV). Pur non trattandosi di vera e proprià “fedeltà” quanto di “miglioramento della sorgente”.

Un suggerimento è sfruttare anche la prova gratuita di Deezer, Tidal o Nugs con i quali è possibile sperimentare un’altra peculiarità della cuffia ovvero la modalità “360 Reality Audio”.

In questo caso si viene immersi in una nuova esperienza musicale dove gli strumenti e le voci sono espresse in maniera naturale creando un’atmosfera quanto più fedele a quella riprodotta dal cantante stesso (provare per credere).

sony wh 1000 xm3 pads

Utilizzo

Le cuffie WH-1000XM3 Sony sono un ottimo compromesso per chi cerca un paio di cuffie non da studio ma eccellenti nella quotidianità grazie alla batteria e alla ricarica veloce.

Anche la comodità non è niente male oltre ad essere più leggere rispetto al passato, garantendo un ascolto comfortevole anche per un tempo prolungato.

Non sono cuffie specifiche per determinati tipi di ascolto o particolari situazioni, infatti il loro ottimo compromesso sta nell’insieme di caratteristiche tecniche di buon livello.

Collegata tramite cavo riesce a raggiungere buone qualità acustiche, basta ricordarsi che non si tratta di una cuffia monitor da studio, per chi cerca purezza l’attenzione probabilmente è da rivolgere altrove.

Per quanto riguarda i comandi touch sui padiglioni auricolari, nonostante un entusiasmo iniziale abbiamo avuto successivamente alcuni problemi nel gestirli, probabilmente per problematiche di collegamento Bluetooth ed interfaccia con lo smartphone di turno (Samsung S9 Plus). I movimenti della mano sul padiglione auricolare permettono di semplificare i comandi tramite alcuni gesti touch. Purtroppo, pur nella loro semplicità, dopo le prime volte abbiamo avuto dei problemi a far funzionare suddetti comandi che semplicemente non rispondevano alle nostre istruzioni quali alzare il volume e cambiare le tracce, dopo aver provato a scollegare le cuffie e chiuso e riaperto il software non siamo riusciti a venirne a capo.

Nessun problema invece in merito al software Music Center che rimane ottimo e sempre aggiornato. Con la applicazione dedicata è possibile scegliere diverse impostazioni, dall’equalizzazione manuale a delle campionature audio preimpostate quali, jazz – rock- stadio- dance e tante altre.

Non sono però le uniche peculiarità dell’applicazione, un esempio di funzionalità decisamente originale è quella che permette, scattando un paio di foto, di ricreare l’intelligenza artificiale una scena musicale ad hoc che ci è piaciuto molto come idea, grazie anche alla semplicità dei passaggi da seguire per terminare la regolazione.

Bene anche l’esperienza con l’utilizzo tramite PC per cui però non esiste un software specifico, quindi salvo non avere la possibilità di utilizzare il Bluetooth la soluzione migliore resta comunque il buon vecchio cavo aux da 3,5 mm, non molto lungo purtroppo. Abbiamo tuttavia potuto apprezzare un audio bilanciato nelle varie situazioni sia di gioco e di multimedialità in generale. Rispetto ad altri modelli mancano un po’ di spazialità, utile durante il gioco.

sony wh 1000 xm3 vista frontale

Verdetto

Le Sony WH1000XM3 nonostante alcune note dolenti per quanto riguarda i comandi touch funzionano molto bene e ci hanno convinto.

Il software è ricco di novità e le possibilità di collegamento sono molteplici, in primis con cavo jack, Bluetooth (il suo forte) ed infine tramite sistema “NFC” (collegamento rapido).

L’intelligenza artificiale bilancia i rumori esterni mentre ascoltiamo la musica, creando un ambiente dinamico che permette sia in caso di pericoli o comunque momenti “particolari” di mantenere il giusto compromesso tra isolamento acustico e percezione dei rumori esterni.

Esteticamente sono infine ben realizzate, offrendo un fit comodo e padiglioni in pelle molto morbidi ed avvolgenti.

Il prezzo di listino è di 380 euro ma si riescono a trovare facilmente intorno ai 280 euro.

PRO:

  • Sistema di isolamento acustico intelligente
  • Applicazione completa e ben realizzata
  • Ricarica rapida

CONTRO:

  • Comandi touch altalenanti
  • Cuffie per tutti ma non per casi specifici da “studio”
  • Prezzo al di sopra della media

Alternative

Nel catalogo Sony sono presenti diversi modelli di cuffie, partendo da quelle più semplice a quelle con prestazioni superiori.

Una cuffia che risponde a necessità differenti rispetto a quelle del modello testato è il modello Sony MDR-1AM2, dotate di cavo e votate all’ascolto. Le cuffie cablate hanno prestazioni acustiche di norma superiori rispetto ai modelli wireless a parità di costo ed in questo caso, ci troviamo di fronte a delle cuffie che costano meno di 200 euro, precisamente 150 euro circa, quindi più economiche rispetto alle WH-1000XM3.

Sono cuffie leggere dato che pesano 200 g e le varianti colore sono sempre due, argento e nera e sono molto piacevoli esteticamente parlando. In termini di comfort invece l’unica pecca sembra quella di avere i padiglioni auricolari leggermente stretti, un po’ scomode quindi per chi ha orecchie di dimensioni “generose”

 A livello tecnico i driver delle cuffie sono da 40 mm, l’impedenza 16 Ohm e la sensibilità 98dB, valori medi che garantiscono un audio niente male anche se ascoltate con dispositivi di bassa potenza come telefoni e piccoli DAC portatili.

La risposta in frequenza è al di sopra della media e pari a 100 kHz con alti cristallini e bassi profondi e dove è inoltre sempre presente l’audio Hi-Res che offre una qualità superiore a quella di un vecchio CD.

Considerando che il prezzo del modello recensito è ben superiore ai 200 euro, con le Sony MDR-1AM2 vi portate a casa con un costo minore, un modello cablato che ha tutte le carte in regola per essere interessante.

Specifiche

Riportiamo qui di seguito una rapida lista delle principali specifiche delle cuffie Sony WH-1000XM3, per un elenco più completo e maggiori informazioni potete consultare il sito del produttore in lingua italiana:

  • Driver: 40 mm, a cupola (bobina CCAW)
  • Ingressi: Mini-jack stereo
  • Risposta in frequenza: 4 Hz-40.000 Hz
  • Risposta in frequenza (comunicazione Bluetooth): 20 Hz - 20.000 Hz (campionamento a 44,1 kHz) / 20 Hz - 40.000 Hz (campionamento LDAC a 96 kHz, 990 kbps)
  • NFC: Si
  • Lunghezza del cavo: Cavo delle cuffie (circa 1,2 m, fili OFC, minispina stereo placcata in oro)
I tag più seguiti