I più letti

Treblab Z2

Un marchio ed un prodotto interessante nel panorama musicale

Matteo Esposito

Recensione

Cerchiamo sempre di trovare qualche nuovo brand da presentarvi e far conoscere ed in questo caso abbiamo avuto modo di testare un prodotto marcato Treblab, azienda americana nata in Florida nell’anno 2015.

Treblab si pone come azienda produttrice di articoli legati al mondo musicale, tra i suoi prodotti troviamo speaker, auricolari e cuffie, ed è proprio una di queste che andiamo a scoprire in questa recensione, in particolare il modello denominato Z2, di tipo Wireless.

treblab z2 confezione

Le cuffie Z2 sono disponibili in una unica variante colore nera con dettagli di colore argento ed il logo del brand riportato esternamente sui padiglioni auricolari.

L’articolo si presenta bene sin da subito, la confezione è molto curata e bella da vedere con un cartone pregiato e finiture in rilievo, tutto a colori ed apertura a libro.

treblab z2 interno della confezione

All’interno troviamo un comodo, resistente e ben realizzato cofanetto in nylon, dotato di zip per la chiusura e proteggere le cuffie e gli altri accessori al suo interno, tra cui i più importanti sono il cavo aux da 3,5 mm e quello micro-USB per la ricarica.

Archetto e padiglioni sono ammorbiditi da un’imbottitura in finta pelle di buona qualità, piacevole al tatto. Grazie all’utilizzo dei materiali plastici le cuffie Z2 sono leggere, pesano 252 g. I due padiglioni possono ruotare su un unico asse, quello che segue la forma dell’arco e pertanto possono essere ruotati in avanti o indietro ma non essere ripiegati verso l’interno.

Come per gli altri prodotti dello stesso brand, la garanzia del produttore è pari ad un anno dalla data di acquisto.

treblab z2 cofanetto

Caratteristiche e funzionalità

A livello tecnico le cuffie Treblab Z2 sono un prodotto interessante: i driver sono da 40 mm al neodimio, il range di frequenza ricopre lo spettro udibile dall’essere umano pari a 20 Hz – 20 kHz, infine l’impedenza è 32 Ohm, valore da considerare nel caso si parli di collegamento via cavo e non wireless.

Apprezzabile la scelta di dotarle di una versione Bluetooth 4.2 aptX, uno degli standard più recenti che permette non solo un collegamento rapido con il dispositivo da accoppiare ma anche una buona qualità della riproduzione, anche se ovviamente, per un ascolto più improntato all’Hi-Fi è sempre buona cosa utilizzare il caro vecchio cavo.

treblab z2 controlli

Sono dotate anche di un sistema attivo per la cancellazione del rumore, che su un prodotto di questa fascia di prezzo è sicuramente apprezzabile e soprattutto, rispetto a molti prodotti da pochi euro che ne fanno vanto salvo poi non mantenere le promesse, questo funziona piuttosto bene. Fintanto che le indossiamo e basta le imbottiture dei padiglioni isolano un po’ ma possiamo udire ciò che ci circonda, attivando invece il pulsante presente sul padiglione auricolare destro “ANC” si attiva la generazione di onde opposte a quelle del rumore esterno che viene quindi “cancellato”.

Una nota sul funzionamento del certificato CVC 6.0 di cancellazione del rumore, il quale funziona riproducendo con il microfono delle onde negative compensando quelle provenienti dall’esterno in modo da attenuare i rumori. La difficoltà sta nel riuscire a generare senza alcun ritardo un suono esattamente speculare a quello dell’ambiente circostante, e come è facile immaginare è più semplice quando si ha attorno un rumore di fondo, piuttosto che dei suoni ben distinguibili come delle voci. La differenza nell’efficacia del sistema di cancellazione si basa molto sulla capacità di generare l’onda corretta.

treblab z2 padiglioni

Abbiamo parlato di cavo aux, ideale per l’ascolto votato all’Hi-Fi, il cavo non è molto lungo, ideale quindi per essere usato comunque con un lettore portatile più che un PC desktop o uno stereo casalingo.

Terminando è bene segnalare anche il certificato di protezione di cui le cuffie sono dotate, IPX4, niente quindi di stravolgente ma di solito è consono trovarlo negli auricolari soprattutto di stampo sportivo mentre per le cuffie è un valore aggiunto che altri prodotti non offrono, da segnalare anche il controller che in caso di ricezione di chiamate attiva e disattiva le telefonate con un semplice click.

Utilizzo

Le cuffie Treblab Z2 come abbiamo dato modo di intuire hanno una buona resa a livello multimediale, le abbiamo provate con uno smartphone di casa Samsung (modello S9 Plus) e le sensazioni sono positive. Se si collegano tramite il cavo jack questo fa un po’ di resistenza e se non si fa attenzione può capitare di avere una cuffia che funziona solo per metà... almeno finché non ci si decide a riprovare ad inserire il cavo.

Usando le cuffie per il tempo libero sono risultate adatte allo scopo: gli alti sono ben presenti ed anche i bassi si fanno sentire senza esagerare, evitando distorsioni, hanno inoltre un buon dettaglio sonoro. Sono molto comode da indossare, il materiale che copre i padiglioni auricolari è di buona qualità, le orecchie si inseriscono comodamente in questi ultimi non causando fastidi anche dopo molte ore.

treblab z2

A livello audio non possiamo che ritenerci soddisfatti per quanto riguarda l’utilizzo tramite Bluetooth anche in abbinamento ad esempio ad una PS4, le cuffie sono ben bilanciate ed i comandi posti sui due padiglioni sono facili da attivare e resistenti all’uso con dei click che restituiscono un gradevole feedback.

L’autonomia è buona, pari a circa 30 ore e poco più con un tempo di ricarica completo di circa tre ore, questo grazie anche alla batteria interna 620 mAh.

Collegando le cuffie al PC con l’adattatore apposito alla scheda audio, abbiamo riscontrato dei fruscii costanti (i quali aumentano alzando il volume), la prova è stata effettuata con due tipologie di adattatori differenti, uno rivestito in gomma ed uno completamente in metallo, il risultato è stato in definitiva il medesimo senza riuscire ad arginare del tutto il problema. Chiaramente le schede audio interne sono più soggette al rumore ma pare che le Z2 non siano dotate di un sistema per filtrare questo rumore elettrico di fondo.

treblab z2

Verdetto

Delle cuffie Z2 di Treblab siamo rimasti piacevolmente colpiti, a livello tecnico sia in ambito gaming che musicale la resa è discreta e godibile.

A livello di confezione lo sforzo è da apprezzare, tenendole in mano a scatola chiusa ed anche una volta aperte il feedback è quello di un paio di cuffie con un prezzo oltre i 100 euro mentre il costo delle Z2 nel momento in cui scriviamo è pari a circa 89 euro.

PRO:

  • Ottimi materiali
  • Isolamento acustico
  • Discreto livello audio

CONTRO:

  • Design un po’ piatto
  • Cavo aux leggermente sensibile soprattutto collegando le cuffie al PC.

Alternative

Esistono numerose alternative valide, anche di altri brand, ma rimanendo in casa Treblab vi parliamo di un altro prodotto interessante, i Treblab X5, adatti a chi preferisce gli auricolari alle cuffie.

Gli auricolari X5 Treblab riprendono la filosofia del marchio recensito oggi per quanto riguarda la confezione ed il contenuto, sono prettamente indicati per un uso legato allo sport ed anche le immagini presenti sul sito ci indicano questo.

Come caratteristiche tecniche siamo ad un livello medio-alto, non hanno l’aptX come codec ma sono AAC, la versione del Bluetooth è comunque la 4.2 quindi una delle più recenti garantendo prestazioni e trasmissione di buon livello.

Anche in questo caso è presente la cancellazione del rumore con le stesse modalità viste nelle Z2.

La riproduzione dura circa sei ore a cui sono da aggiungere quattro ore di riproduzione extra se usiamo la base di ricarica, il tempo di ricarica ha una tempistica pari a due ore.

I driver degli auricolari sono da 8,2 mm, generosi per degli auricolari, il che vuol dire avere una discreta potenza e stabilità del suono, chiaramente per essere di stampo sportivo devono avere un certificato di protezione dagli agenti atmosferici, e difatti troviamo ancora una volta la certificazione IPX4.

Per gli utenti che usano gli auricolari per comunicare con i servizi di assistenza virtuale confermiamo che le X5 sono compatibili con Siri di casa Apple e Google Assistant.

Il design è ripreso molto dagli Airpods, quindi ergonomici mentre, a livello di varianti colore ne esiste solo una, ovvero nera.

Terminando la recensione, possiamo affermare che musicalmente si comportano in maniera egregia senza evidenziare grossi problemi, il prezzo degli auricolari è di circa 80 euro, molto simile a quello delle cuffie Z2 di cui vi abbiamo appena parlato in questa recensione.

Specifiche

Riportiamo qui di seguito una rapida lista delle principali specifiche delle cuffie Treblab Z2 per un elenco più completo e maggiori informazioni potete consultare il sito del produttore in lingua inglese

  • Peso: 252 g
  • Durata della batteria: 35 ore – 28 ore con l’ANC attivo
  • Tempo di ricarica: 3 ore
  • Bluetooth: 4.2 aptX
  • Capacità batteria: 620 mAh
  • Certificato resistenza: IPX4
  • Garanzia: 1 anno
I tag più seguiti