I più letti

Western Digital My Passport SSD

Una memoria esterna con una marcia in più

Fabio Esposito

Recensione

Da anni ormai siamo abituati a pensare all’archiviazione esterna come un mondo diviso in due grandi famiglie: memorie ampie e lente (i buoni vecchi hard disk portatili) o piccole e veloci (SD e chiavette USB).

Western Digital ha deciso di abbattere questa dualità con la nuova serie My Passport di memorie esterne. Come? Invece di adottare i classici hard disk da 2,5” o addirittura 3,5” in certi casi, questa nuova periferica di archiviazione è basata su memorie allo stato solido, molto veloci ma potenzialmente anche di grandi dimensioni.

Fino a qualche tempo fa sarebbe stato impensabile proporre un prodotto portatile dotato di questa tecnologia soprattutto per i costi molto elevati, ma dato che gli SSD stanno diminuendo progressivamente di prezzo ecco che un prodotto di questo tipo diventa davvero interessante.

WD My Passport SSD confezione

Le prime due grosse differenze tra il WD My Passport SSD ed i suoi fratelli vecchia scuola sono le dimensioni ed il peso. In 9 centrimetri di lunghezza, 4,5 di larghezza e 1 centimetro di profondità ed un peso di circa 40 grammi possiamo trovare fino a 1 TB di spazio. Compattezza e facilità di trasporto ai massimi livelli quindi, tanto da dover stare attenti a dove lo si lascia per non rischiare di perderlo. Oltre al modello da 1 TB esistono altre due versioni di taglia più piccola, una da 512 GB ed una da 256 GB.

Western Digital ha voluto dare anche un tocco di stile riconoscibile al My Passport SSD, con una parte in plastica, opaca, nera e liscia e l’altra in metallo ondulata e lucida. Non che l’aspetto sia un parametro di scelta importante per un prodotto di questo tipo, ma anche l’occhio vuole la sua parte ed almeno a nostro parere è una delle memorie esterne più belle da vedere tra quelle in commercio. Se vogliamo trovare un difetto nella scelta dei materiali da parte di WD la parte in metallo è un attrattore di impronte fenomenale, non sono permanenti ma sciupano un po’ il look.

WD My Passport SSD set

Sotto la parte metallica si trova l’unica porta presente sul My Passport, una USB-C 3.1. Il cavo di collegamento che viene fornito è di tipo USB-C – USB-C ma è dotato di un adattatore per USB-A, così da poter essere utilizzato, a velocità leggermente inferiore anche da chi non disponesse dell’interfaccia più rapida.

Caratteristiche e funzionalità

Il Western Digital My Passport SSD offre un’elevata rapidità sia in scrittura che lettura, è infatti il più rapido tra tutti i modelli My Passport, con una velocità di trasferimento dichiarata di 515 MB/s permessi dall’uso di una memoria allo stato solido ed una connessione tramite USB 3.1 di seconda generazione, teoricamente capace di trasferire fino a 10 Gigabit al secondo.

Un altro grande punto di forza della versione SSD rispetto a quella classica del My Passport è la solidità. Le memorie allo stato solido infatti sono molto più resistenti agli urti e le cadute; in caso di caduta accidentale quindi si può essere più tranquilli che i dati che vi sono contenuti siano ancora disponibili e fruibili senza problemi. Discorso opposto invece per quanto riguarda le temperature a cui sono più sensibili.

Ovviamente è mantenuta la compatibilità con USB 3.0 e USB 2.0, anche se con queste non è possibile raggiungere le stesse prestazioni.

WD My Passport SSD porta USB-C

Oltre alla pura prestazione in pochissimo spazio, il My Passport SSD permette come gli altri modelli della serie di effettuare backup automatici grazie al software WD Backup. I dati all’interno possono inoltre essere protetti tramite una password che sfrutti la cifratura hardware AES a 256 bit tramite il software WD Security pre-installato all’interno.

Utilizzo

Come ogni altra memoria esterna è plug & play, basta connetterla al PC tramite la porta USB (A o C a seconda di cosa si ha a disposizione) ed è subito pronta all’uso. Per capire di cosa fosse capace abbiamo fatto alcuni test sia in scrittura che in lettura, misurando ottime prestazioni, non solo quando collegato tramite porta USB-C 3.1 ma anche nel caso si utilizzi una meno rapida USB-A 3.0.

Non siamo riusciti a raggiungere il valore dichiarato di 515 MB/s ma connettendolo alla porta più veloce, durante il trasferimento di 4 grossi file da oltre 1 GB abbiamo misurato una media di poco inferiore ai 430 MB/s sia in lettura che in scrittura. Con i file di piccole o piccolissime dimensioni (qualche kB) la velocità di trasferimento cala considerevolmente, fino a 55 MB in scrittura e 22 MB/s in lettura, come è lecito aspettarsi. Anche in questo caso però rimane decisamente più veloce rispetto a quella di un comune hard disk.

Per capire l’incidenza dell’uso di una porta 3.0 invece che 3.1 abbiamo ripetuto test analoghi e misurato le prestazioni, la velocità è ancora maggiormente ridotta, stavolta fino a 340 MB/s in scrittura e 330 MB/s in lettura con i file di grosse dimensioni mentre nel caso dei file più piccoli non vi sono sostanziali differenze.

WD My Passport SSD vista posteriore

Avere una memoria esterna rapida però permette di pensare ad utilizzi meno “standard” rispetto al solo trasferimento dati. Si può infatti pensare non solo di lavorare direttamente sui file presenti all’interno senza doverli trasferire ma anche di installare sopra programmi e videogame o perché no, farci girare sopra intere macchine virtuali. Non che questo sia sempre possibile in quanto dipende dal modo in cui è installato il particolare programma o gioco, ma in alcuni casi come per i titoli su Steam o Blizzard è estremamente semplice e se si gioca spesso in posti diversi può essere un modo molto utile per risparmiare spazio!

Durante l’uso, anche intensivo, non scalda eccessivamente e questo è molto positivo per la sua longevità e la capacità di non perdere dati all’interno.

Verdetto

Il Western Digital My Passport SSD è un prodotto che pur non riuscendo a raggiungere le prestazioni dichiarate è veramente un’alternativa sensata per chi desidera una memoria esterna che vada oltre la semplice archiviazione. Il prezzo è uno degli elementi a suo sfavore, non è insostenibile, ma con i suoi 135 euro circa per la versione da 256 GB, per arrivare ai quasi 435 euro della versione da 1 TB non è una memoria a buon mercato.

PRO:

  • Buone prestazioni sia in lettura che scrittura
  • Dimensioni ridotte rispetto agli hard disk esterni tradizionali
  • Maggiore resistenza agli urti rispetto ad un hard disk
  • Design curato ed elegante

CONTRO:

  • Costo elevato
  • Minore resistenza alle alte temperature rispetto ad un hard disk
  • La parte in metallo tende ad attirare le impronte digitali

Alternative

Nell’individuare delle alternative valide al Western Digital My Passport SSD bisogna identificare quelle che possono essere le esigenze di chi acquista una memoria esterna. Chiaramente, se si ha bisogno principalmente di spazio di archiviazione, non ha senso spendere quasi 0,50 euro per GB quando con un normale hard disk, come ad esempio il WD My Passport si può portare a casa 4 TB con la stessa cifra con cui si acquista la versione SSD da 256 GB, siamo quindi ad un sedicesimo in termini di costo per GB.

Questo modello di Western Digital in particolare all’interno contiene al suo interno un hard disk da 2,5” da 5400 rpm. Quindi, nonostante l’interfaccia USB 3.0, non è in grado nemmeno di avvicinarsi alle velocità permesse dalla versione SSD, d’altro canto però offre molto spazio di archiviazione mantenendosi facilmente trasportabile date le dimensioni compatte (81 x 110 x 21 mm). Per i maniaci del colore è disponibile non solo nel classico colore nero ma anche bianco o in versioni molto più accese come rosso, arancione, giallo o blu, tutte opache. Per la versione da 4 TB il prezzo è di circa 145 euro, 130 euro per quella da 3 TB, circa 100 euro per quella da 2 TB ed infine poco meno di 80 euro per quella da 1 TB che per inciso è anche leggermente più sottile.

Un altro tipo di necessità può essere quella di un sistema di archiviazione condiviso tra più utenti ed in questo caso si dimostrano comode tutte quelle soluzioni prive di connessione tramite cavo USB in favore di un collegamento wireless. Anche Western Digital come altri produttori ha in catalogo alcuni prodotti che rientrano in questa categoria. Quello maggiormente corrispondente a livello di dimensioni, portabilità e prezzo rispetto al modello recensito è il My Passport Wireless PRO, disponibile in 4 taglie differenti: 1 TB, 2 TB, 3 TB e 4 TB con prezzi che spaziano dai 214 euro della versione più piccola fino ai 290 euro circa di quella più capiente. Come nel caso del WD My Passport, la velocità di trasferimento è limitata da quella della memoria presente all’interno (oltre che dalla rete su cui è inserito) ma è la soluzione ideale per chi punta maggiormente alla condivisione dei contenuti tra più dispositivi piuttosto che alla velocità.

Ognuno dei prodotti proposti ha i suoi pro ed i suoi contro, ed è importante scegliere quello che si addice maggiormente alle proprie esigenze.

Specifiche

Riportiamo qui di seguito alcune delle caratteristiche principali del Western Digital My Passport SSD, per maggiori informazioni potete consultare la pagina del produttore

  • Tipologia di memoria: allo stato solido
  • Capacità: da 256 GB a 1 TB
  • Connessione: tramite USB-C 3.1 (eventualmente con adattatore per USB-A)
  • Compatibilità: USB 3.0 e USB 2.0
  • Velocità massima trasmissione dati: 515 MB/s
  • Dimensioni: 10 x 45 x 90 mm
  • Peso: 40 grammi

 

 

I tag più seguiti